Le 10 leggende del LARP

Ogni galassia Marvel ha i suoi supereroi. L’universo Larp non fa eccezione, densamente popolato da un fitto substrato nerd arricchito da individui di ogni ceto sociale, orientamento e provenienza. Rigurgitante della singolare fauna dei giocatori di ruolo dal vivo, il Larp nasconde al meglio i suoi soggetti più esotici rivelando in modo eclatante uno spiccato gusto per il nonsense e l’esibizione spicciola. Entriamo nella giungla della finzione e prendiamone d’esempio alcuni, fra i più comuni avvistamenti di fiere da Larp autoctone nell’habitat italico. Continua a leggere “Le 10 leggende del LARP”

Giocare dal vivo

Live Action Role Playing. O GRV, Gioco di Ruolo dal Vivo. Un hobby che si sta affermando nel panorama ludico, suscitando curiosità, entusiasmo ed un pizzico di scetticismo. A metà fra il teatro ed il gioco di ruolo da tavolo, il LARP è il fulcro dell’immedesimazione in prima persona, un palcoscenico variopinto di armi finte ma attori reali. Ma in cosa consiste esattamente?

La gestione del tempo in un live

Esistono vari trucchi al fine di far provare lo scorrere del tempo nella maniera non naturale a chi gioca un gioco di ruolo dal vivo. Potremmo dividere questi trucchi in tre tipi: il primo è di tipo tecnico,  si inventano delle particolari chiamate che permettono di modificare il normale scorrere del tempo per i personaggi in modo che il giocatore possa usufruirne; il secondo tipo è quello narrativo, si creano degli effetti temporali nella storia, come ad esempio improvvisi salti di tempo verso il passato o verso il futuro; il terzo tipo è quello di tipo realistico, dove si effettuano delle costrizioni temporali rendendo diversa la normale percezione del tempo di un giocatore e quindi quella del personaggio di conseguenza.

Andiamo quindi ad analizzare adesso tutti e tre i tipi di manipolazione temporale, esplicitando con alcuni esempi i dettagli di ogni tipologia introdotta. Rientrano nel primo tipo tutti gli effetti meccanici e più invasivi.